Giovedì, 13 Giugno 2024
ad

Intolleranza al lattosio in viaggio d’affari: strategie di sopravvivenza

Quando si è fuori casa per una trasferta lavorativa, bisogna tenere in considerazione alcune problematiche che potrebbero presentarsi, soprattutto con un’intolleranza al lattosio. Per cercare di minimizzare spiacevoli conseguenze durante il soggiorno è necessario organizzarsi preventivamente, ad esempio, ricercando alloggi e ristoranti adatti a chi soffre di questa problematica e portando con sé alimenti senza lattosio in caso di emergenza.

Intolleranza al lattosio in viaggio d’affari: strategie di sopravvivenza
Intolleranza al lattosio in viaggio d’affari: strategie di sopravvivenza

Una valida alternativa da avere nel bagaglio per chi soffre di questo disturbo è LATTASI PLUS, un integratore che consente di digerire tranquillamente il lattosio. Ecco alcuni consigli da tenere in considerazione quando si viaggia per affari.

Pianificazione e preparazione

Quando si soffre di un’intolleranza e si deve partire per un qualsiasi viaggio è importante ricercare anticipatamente alloggi che offrano delle soluzioni senza lattosio, per non doversi preoccupare dei propri durante il soggiorno; oppure scegliere alloggi che dispongano di una cucina privata per poter preparare alcuni pasti autonomamente.

In generale, per quanto riguarda i pasti fuori, si consiglia sempre di cercare quali ristoranti sono presenti nella zona e quanti di loro dispongano di un menù adatto a questa problematica.

Comunicare le proprie esigenze

Solitamente per i viaggi d’affari l’alloggio viene scelto dalla propria azienda, di conseguenza è necessario chiamare anticipatamente l’albergo informando lo staff della propria intolleranza al lattosio, in modo che abbiano tempo di trovare delle soluzioni alternative nel caso in cui non le dispongano già.

Inoltre, è importante informare anche i propri colleghi riguardo alla condizione di intolleranza. In questo modo, se dovesse succedere qualcosa anche loro saranno informati sulla situazione e potranno aiutare a gestire pasti e cibo.

Scelta di alloggi adeguati

Scegliere alloggi che permettano autonomia nella preparazione dei pasti è fondamentale per chi soffre di intolleranza al lattosio o ha necessità di seguire un regime alimentare specifico. Ecco alcuni consigli utili per trovare la sistemazione più adatta:

  • alloggi con angolo cottura: quando si prenota un albergo o un appartamento, è necessario verificare la disponibilità di una cucina o di un angolo cottura ben attrezzato. Questo consente di preparare i pasti secondo le proprie necessità e preferenze.
  • recensioni: consultare le recensioni lasciate dagli altri clienti è un’ottima soluzione per essere sicuri di fare la scelta più giusta. Spesso, altri viaggiatori condividono informazioni utili sulla qualità e sugli strumenti disponibili nell’angolo cottura.
  • vicinanza a supermercati: scegliere un alloggio vicino a supermercati o negozi di alimentari faciliterà l'acquisto di ingredienti freschi e di qualità per la preparazione dei pasti.

Seguendo questi consigli, sarà possibile scegliere l’alloggio più adatto alle proprie esigenze, garantendo una maggiore autonomia e tranquillità nella preparazione dei pasti durante i viaggi.

Viaggio e trasporto alimenti

Per essere preparato al meglio durante la trasferta è necessario portare con sé degli alimenti senza lattosio. Dalle barrette di riso soffiato, ai biscotti senza lattosio, fino alla frutta fresca, esistono una vasta gamma di snack da sgranocchiare durante il viaggio.

In caso l’alloggio o alcuni ristoranti non fossero forniti di alimenti senza lattosio, è sempre bene portarsi degli snack aggiuntivi, come crackers, frutta secca, formaggi stagionati almeno 24 mesi e molto altro. In questo modo non si rischierà di non trovare nulla da mangiare né durante il viaggio né una volta arrivati a destinazione.

Ristorazione durante le trasferte

Quando si viaggia per lavoro, trovare ristoranti adatti e fare scelte alimentari consapevoli può sembrare una sfida, ma con un po’ di preparazione diventa un’opportunità per esplorare nuovi sapori. Prima di partire, una ricerca online può aiutarti a individuare i ristoranti nelle vicinanze che offrono opzioni adatte alle tue esigenze o preferenze alimentari. È utile considerare locali con menù diversificati, che includano piatti vegetariani, vegani o senza glutine, e senza lattosio assicurandoti così una maggiore varietà di scelta.

Chiedere consigli a colleghi locali o allo staff dell'albergo può portare alla scoperta di gemme nascoste non sempre evidenti online.

Gestione delle emergenze alimentari

Affrontare situazioni impreviste relative all'intolleranza al lattosio può essere una sfida, specialmente quando si è lontani da casa o in viaggio. Tuttavia, con qualche strategia pratica, è possibile gestire queste emergenze con serenità. Come già accennato è sempre importante cercare in anticipo alloggi o ristoranti che offrano opzioni senza lattosio o che possano venire incontro alle diverse esigenze.

Se così non fosse possibile per coloro che hanno intolleranza al lattosio, prodotti come LATTASI PLUS possono essere un valido alleato. Questo tipo di integratore aiuta a digerire il lattosio presente nei prodotti lattiero-caseari, permettendo di godere di una gamma più ampia di alimenti senza subire gli effetti collaterali dell’intolleranza.

Gestire l’intolleranza al lattosio durante le trasferte lavorative richiede un approccio proattivo e ben pianificato. Portare sempre con sé snack adatti e conoscere le opzioni locali per alimenti senza lattosio sono passi essenziali. L’utilizzo di integratori come LATTASI PLUS può offrire maggiore flessibilità nelle scelte alimentari. Ricorda, la chiave è la preparazione: conoscere in anticipo le tue opzioni ti permette di affrontare con tranquillità le sfide alimentari e di godere appieno dei tuoi viaggi di lavoro, mantenendo uno stile di vita sano e bilanciato.

Guide più lette